Search
  • nicolò teti

L’INVERNO, UN GRANDE NEMICO DEGLI ALBERGATORI MARITTIMI.

Come tutti gli anni dopo la stagione estiva che coinvolge tutto il settore turistico, in particolare il mondo alberghiero, gran parte delle strutture situate in Riviera Romagnola cadono in una situazione di inattività, e attendono la stagione estiva successiva.

Gli hotel vanno quindi in letargo, ma non i turisti, che sono attratti dai vari eventi sportivi, sagre e fiere che si svolgono nel territorio, ma anche dal meraviglioso “Mare in Inverno”.



I turisti amanti del silenzio e delle lunghe passeggiate, del jogging con il proprio cane, della corsa e del nordic walking sulla battigia o immersi nelle varie pinete della zona, si alternano con lo shopping nei centri storici o nei centri commerciali e alle sagre, trattamenti termali, eventi sportivi oltre ad un ricco programma di eventi adatti a tutte le età.


Il romanticismo dei diversi porti con i suoi pescatori e le loro barche, sono accompagnati dai numerosi locali e ristoranti che costeggiano i porti canali in cui poter consumare pasti godendo di una vista unica.


La nostra Riviera ha un incredibile potenziale turistico nel periodo invernale, forse non ancora del tutto sviluppato, in grado di renderla una destinazione interessante tutto l’anno, non solo d’estate:


partendo dalla meravigliosa Valle di Comacchio, la lunga passeggiata in mezzo al mare grazie alla diga foranea di 3 km di Marina di Ravenna, Milano Marittima e le sue vetrine di alta moda per lo shopping, Cervia e i presepi di sabbia sul mare, Cesenatico e il suo Porto Canale Leonardesco che nel periodo natalizio viene allestito con uno spettacolare presepio, Gatteo Mare e Bellaria - igea marina con la sua quiete e i collegamenti agevolati per l’entroterra, Rimini e i numerosi mercatini ed eventi nell’incantevole borgo storico, oltre alla sua vena business data sono solo alcune delle tante attrazioni del periodo invernale.


È opportuno comunicare al meglio tutte le attrazioni e i vari eventi invernali, non solo sfruttare gli eventi sportivi o fieristici più rilevanti per poter approfittare delle cosiddette “code di stagione”, una comunicazione chiara e completa, newsletter informative che richiamano una “call to action” invogliando a considerare un week end fuori porta all’insegna di tradizioni culinarie o semplicemente staccando la spina dalla vita di tutti i giorni.


Rimanere con l’hotel in attività per tutto l’arco dell’anno si può, ma per farlo è necessaria la stesura di uno studio di fattibilità alberghiero in grado di considerare tutte le opportunità di business che incrementano i fatturati annui, e di conseguenza il valore della struttura, sviluppando quindi un nuovo progetto.

Dallo studio emergerà quindi una strada da perseguire per attuale la “riqualificazione” della struttura, che sia in grado di sostenere l’apertura di 365 giorni.


Con la parola riqualificazione non s’intende una ristrutturazione totale, ne parziale: semplicemente una rivisitazione della struttura per renderla attrattiva e a norma di legge per poter affrontare la stagione invernale, basandoci su budget di spesa medio/bassi.


A.T. Vision è un gruppo formato da professionisti con decine di anni di esperienza alle spalle nel solo mondo dell’ospitalità.

All’interno del gruppo sono presenti Geometri, Architetti, Designer, Consulenti e Mediatori che collaborano all’unisono per dare la massima sicurezza all’imprenditore alberghiero.


FONTE: AT VISION



22 views0 comments